• Prima fattura della ditta Enrico Fadda Srl
  • Taglio albero di douglas
  • Ditta Enrico Fadda Srl - 1866
  • Foto Enrico Fadda - 1866
  • Foto scattata in piazza del carmine 1866
  • Azienda Enrico Fadda Srl sotto la neve
Foto Enrico Fadda 1866
Storia dell'azienda

La Enrico Fadda & C è la più antica ditta della Sardegna specializzata nel commercio di legnami, oggi leader nell’importazione di materiali da tutto il mondo e punto di riferimento per l’edilizia, la falegnameria e il settore privato. La sua non è semplicemente la storia di una azienda, ma quella di una famiglia che, nel corso di quasi 150 anni ha tramandato di generazione in generazione la passione per il legno, la dedizione per il lavoro e la serietà e cura dei rapporti con la clientela, sapendo fondere armonicamente il filone originario con le nuove attività. Nel 1866 è Enrico Fadda, un giovane intraprendente e pieno di idee, a fondare e dare il suo nome a quella che allora era solo una carpenteria, una bottega attrezzata per le riparazioni dei carri a trazione animale, che in quei tempi erano indispensabili per garantire i collegamenti tra i diversi centri della Sardegna. La carpenteria, nata grazie al finanziamento di una banca locale, occupava una vasta area che andava dalla zona in cui sorge attualmente la scuola elementare “Satta” e l’attuale sede del Consiglio Regionale e della Delegazione del Governo sino alla palazzina di nuova costruzione della via Sassari.

Foto antica carro trainato da un bue

Una zona che a quei tempi era davvero strategia perché, anche se un po’ ai margini della città, ospitava da un lato diverse “osterie” che rappresentavano un punto di sosta, di riposo e di rifocillamento per gli automedonti e le bestie e dall’altro officine di fabbri, botteghe di falegnami, piccoli pastifici e fabbriche di utensili e oggetti agricoli. Enrico comprende che è questa la zona più adatta per avviare l’attività, in grado quindi di garantirsi il massimo della visibilità, e quindi una clientela certa. Ed infatti l’attività va a gonfie vele ed i guadagni non derivano solo dalle riparazioni e costruzioni di carri, ma anche dalla vendita di legname ai carrettieri. Ed è così che il legno comincia pian piano a diventare “di casa”, sino a quando alla fine del secolo l’originaria attività della bottega è solo un ricordo e il commercio del legname diventa la principale attività. I vecchi locali vengono trasformati in magazzeni necessari per ospitare le cataste di legname ed Enrico comincia a trattare materiali locali, come leccio, frassino, castagno e acacia, che venivano utilizzati per costruire i carri. Successivamente comincia ad importare dalla penisola abete e faggio, utilizzati per la costruzione di mobili, porte, infissi e solai. È così che negli ultimi anni del secolo la ditta è conosciuta in tutta la Sardegna, e gode di una vasta clientela, che determina una continua crescita degli affari. Enrico Fadda non è più conosciuto solo per la sua intraprendenza ma per la sua dedizione al lavoro, affidabilità ed onestà nel trattare con i clienti.

Foto antica carro trainato da cavalli

Nei primi anni del Novecento l’azienda comincia a importare legname, soprattutto abete, faggio e rovere, dalla Slovenia, dalla Siria e dalla Carinzia. Efisio, il figlio maggiore di Enrico, comincia ad affiancare il padre nell’attività, ed il commercio diventa sempre più di rilievo nell’Oristanese. Prima dell’inizio della grande guerra cominciano a lavorare in ditta anche i figli Eugenio ed Enrico junior, anche se poco tempo dopo il primo lascerà l’azienda di famiglia per diventare il capostipite di una famiglia di commercianti di ferro e ferramenta ancora oggi in piena attività. È subito dopo il conflitto che Enrico lascia una azienda conosciuta e florida e ben avviata in mano ai figli Efisio e Enrico junior che costituiscono una società in nome collettivo, la ditta Enrico Fadda s.n.c., che durerà sino al 1957. Nel primo trentennio il commercio di legname si sviluppa notevolmente e l’azienda migliora la sua organizzazione commerciale aprendo una filiale ad Oristano e l’ampio magazzeno/deposito, ancora oggi esistente, in Viale Trieste. Le importazioni arrivano ora anche dalla Svezia e dalla Romania, e ancora dall’America e dall’Asia. La ditta diventa la prima distributrice in Sardegna di legno pitch-pine, indicato per gli infissi esterni e capriate di capannoni in virtù della sua gran resistenza, di noce satin, impiegato per la costruzione di mobili e porte da interno e il mogano, usato per la costruzione di mobili. Nello stesso periodo l’azienda introduce in Sardegna l’uso del compensato, un semilavorato a strati di legno sfogliato dal tronco dell’albero, che segna l’ingresso dell’azienda in uno nuova e più moderna concezione del legno.

Antica ruota di un carro

Tuttavia, durante la seconda guerra mondiale la ditta Fadda interrompe la sua attività ed Enrico junior è chiamato sotto le armi così come suo cugino Ettore, figlio di Efisio, che aveva intanto negli ultimi anni cominciato a lavorare nell’azienda di famiglia. La ripresa dopo la guerra è lenta e difficile, a causa dell’assenza di disponibilità economica per gli acquisti dei materiali. Nel 1947 sono protagonisti della difficile ricostruzione dell’azienda i fratelli Enrico junior ed Efisio, aiutati dai figli di Enrico, Emilio e Pietro e da Ettore, che tuttavia muore nel 1950, e viene sostituito dal figlio Giorgio. Il 30 Settembre del 1957, dopo il ritiro dall’attività per anzianità di Efisio, Enrico Fadda junior e i cugini Emilio, Piero, Giorgio ed Efisio Zucca (nipote di Efisio senior) costituiscono la società a nome collettivo Enrico Fadda & C., che, dopo il ritiro per ragioni di età di Enrico junior, rimane nelle mani di Emilio, Pietro, Giorgio ed Efisio Zucca. L’importazione si spinge in quegli anni sin verso l’Africa Occidentale, l’America Meridionale e l’Asia Sud Orientale e vede protagonisti legni di grande qualità, come il samba, il teack, il framirè e tanti altri. Nascono i pannelli truciolati, ormai diffusi ed impiegati per la costruzione di piani di mobili e ante di armadi, e i laminati plastici, utilizzati soprattutto per mobili d’ufficio, da cucina e strutture ospedaliere.

Carro contenente fischi di vino

E arriviamo così ai giorni nostri, dove l’azienda non solo ha ancora la sua sede in Via Sassari, il deposito di Viale Trieste e di Viale Elmas (operativo dal 1968) e la filiale di Oristano (riaperta nel 1968), ma soprattutto mantiene un elevato livello di competitività in tutta la Sardegna nella costruzione di tetti, tettoie e passerelle in legno e nella vendita all’ ingrosso ed al dettaglio delle migliori marche di legno, parquet, porte, anche a scomparsa, e portoncini blindati. Ma ancor più importante oggi l’azienda così come all’inizio, conserva il fascino di una tradizione di passione e dedizione familiare ultracentenaria, dove i valori di allora sono quelli di oggi, e dove l’ottima qualità dei materiali, unita alla serietà e all’onesta che caratterizzano il rapporto con i clienti rappresentano il valore aggiunto, il vero e unico biglietto da visita della Enrico Fadda s.r.l. .


Autrice: Emma Fadda